La 5° edizione di Forum FIMI è sul futuro dell’abitare 4.0

Verrà presentato a Milano in occasione del Forum l’Osservatorio „Science of Interior 4.0”, studio promosso da Messe Frankfurt Italia e Elle Decor, svolto da SDA Bocconi.

Messe Frankfurt Italia organizza a Milano la quinta edizione di FIMI - Forum per l’Internazionalizzazione del Made in Italy. L’evento avrà luogo il prossimo 16 dicembre presso l’UniCredit Pavilion (Piazza Gae Aulenti, 10) a partire dalle 9.00. 

Al centro del Forum, organizzato in collaborazione con Elle Decor Italia, la presentazione dei risultati dell’Osservatorio “Science of Interior 4.0” che chiude il cerchio del percorso iniziato lo scorso anno con l’obiettivo di fotografare lo stato del mercato e il fenomeno Industria 4.0 nelle principali aziende italiane e realtà produttive dei settori interior decoration, design e beni di rilevanza estetica proponendo soluzioni concrete che siano in grado di unire la tradizione artigianale e manifatturiera del Made in Italy con la visione produttiva del futuro. 

Ricominciare da quattro (4.0)

Con l‘Osservatorio svolto SDA Bocconi e commissionato da Frankfurt Messe e Elle Decor, si nota che qualcosa si muove anche nel vulcanico e magmatico settore italiano del design, dell’arredamento e delle tecnologie per abitare.

“Le imprese stanno sperimentando e investendo. I “consumatori” diventano “consumautori”, soggetti protagonisti della comunicazione integrata e sempre connessa, del passaparola di mercato, dove la casa e la cultura dell’abitare e del cucinare, la logica dell’esperienza conviviale e di quella individuale, diventano oggetto di una conversazione sociale e condivisa.” Afferma Carlo Alberto Carnevale Maffé, Professor of Strategy Bocconi University School of Management.

Il tradizionale modello della supply chain, focalizzato sui processi dell’offerta, si interseca con la “demand chain”, ovvero l’insieme di funzioni economiche svolte da una domanda sempre più consapevole e partecipe ai processi di formazione del valore economico. La catena del valore tradizionale si ridefinisce, incorporando progressivamente le tecnologie produttive dell’Industry 4.0.

L‘impatto sulla produttività? Minori tempi di avviamento e riconfigurazione dei processi produttivi, riduzione degli errori e fermi macchina in un contesto di processi industriali più snello e ottimizzato e controllato in tempo reale. Il livello di qualità di prodotto si innalza, rispetto al passato, grazie a minori componenti difettosi e a sistemi di monitoraggio della produzione.

SMART FACTORY & SMART PEOPLE 4.0

Ad aprire l’edizione del 5° FIMI sarà Detlef Braun, Member of the Executive Board di Messe Frankfurt che sul panorama italiano afferma: “La rivoluzione digitale che sta sconvolgendo il mondo della produzione pone il settore manifatturiero davanti a nuove sfide e a grandi opportunità. Per l’industria italiana, storicamente fondata su questo settore, questo scenario rappresenta un ulteriore moltiplicatore per la competitività internazionale. Il concetto di “bello e ben fatto” da sempre associato ai prodotti Made in Italy, con l’avvento di Industria 4.0 è sempre più al centro della domanda globale”. Continua sottolineando lo storico sodalizio che lega l’azienda con il mondo dell’automazione e del design: “Come organizzatori di eventi fieristici, siamo convinti che mettendo insieme le competenze dei produttori del mondo del design, di tutti i player che operano nell’ambito dei beni di rilevanza estetica e dei fornitori di tecnologia sia possibile creare un dialogo costruttivo che permetta di cogliere al meglio l’opportunità introdotta da questa quarta rivoluzione industriale”.

Sarà al suo fianco durante l’introduzione Giacomo Moletto, AD di Hearst Italia e Western Europe, che parlando di produzione in senso più ampio e riferendosi alla contest strategy dell’editoria contemporanea, cita l’esperienza di Hearst il cui avanzamento in termini di innovazione riguarda trasformazioni epocali: il passaggio dalla sola carta a un approccio multimediale e lo sviluppo della user experience relativa alla personalizzazione dei contenuti.

Il format della giornata prevede un programma di 7 conversazioni a coppia, inclusa quella introduttiva: gli esperti del settore avranno così modo di confrontarsi, interagire e permettere lo scambio di idee.

La partecipazione è gratuita, clicca qui per registrarti online e consultare il programma della giornata.