Cisco e Roland Berger a SPS Italia 2016

A SPS Italia il terzo "IoE talks" sulla Fabbrica Digitale

Si è svolta in occasione di SPS IPC Drives Italia la terza tappa di IoE Talks, evento organizzato da Cisco in collaborazione con Intel per esplorare le opportunità della trasformazione digitale nel nostro Paese. L’agenda della giornata, dedicata alle varie declinazioni dell’essere “Digitaliani”, si è sviluppata intorno al tema della “Fabbrica in Digitale".

Agostino Santoni, Amministratore Delegato Cisco Italia, ha introdotto l’evento sottolineando l’importanza della partnership con SPS e focalizzando uno dei temi centrali del dibattito: “Abbiamo scelto Parma e la collaborazione con SPS Italia, riferimento per l’automazione, perché, coerentemente con la nostra storia e il nostro futuro, crediamo che l’utilizzo di Internet possa dare uno straordinario contributo alla digitalizzazione delle industrie manifatturiere. Le persone sono e saranno al centro del cambiamento; utilizzando in modi innovativi macchine sempre più intelligenti e connesse alla rete creeremo opportunità di crescita, ricavi e occupazione nel nostro Paese”.

Degno di nota il Key Note Speach di Rik Vera, Ceo di nexxwork che ha spiegato come l’innovazione sia oggi tremendamente più veloce rispetto al passato e non aspetti i ritardatari. Come applicare questi concetti a una fabbrica? “Innovare con il digitale non significa digitalizzare i vecchi processi, ma inventarne ed implementarne di nuovi." E ancora: "Sono le persone, connesse e digitali, la nuova infrastruttura”.

Per chi si fosse perso "IoE talks" a Parma è possibile rivedere online gli interventi degli ospiti che hanno animato l'evento: clicca qui.

 

Industria 4.0, un'opportunità per le aziende italiane

Analisi e spunti di riflessione sull'implementazione dei concetti di Industria 4.0 sono stati forniti a SPS Italia, il 25 maggio, da Paolo Massardi, Senior Partner di Roland Berger, che ha presentato i risultati dello studio commissionato da Messe Frankfurt Italia "Industria 4.0, la nuova frontiera della competitività industriale in Italia".

250 le aziende coinvolte; la fabbrica del futuro non è ancora stata creata ma quasi tutte le aziende italiane ne riconoscono il ruolo chiave per innovare. Alcuni player industriali hanno lanciato iniziative pilota e le conclusioni sono confortanti: Industria 4.0 può essere il mezzo per rilanciare la competitività del Paese, rivitalizzare le industrie nazionali, creare nuovi posti di lavoro e trovare modelli di produzione aziendale più efficienti. Presentate le sfide e i rischi legati al cambiamento e lo stato dell’arte in Italia sulla base di domande chiave rivolte ai top manager delle aziende coinvolte e indicatori di sintesi dei risultati.

Clicca qui per scaricare lo studio completo.