Esperienze concrete di integrazione meccatronica

Si rinnova l’appuntamento con Forum Meccatronica, mostra-convegno ideata dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione e realizzata in collaborazione con Messe Frankfurt Italia, che apre la stagione di eventi in presenza dopo un lungo periodo di incontri esclusivamente digitali. “Progettiamo insieme l’industria smart del futuro” è il fil rouge dell’ottava edizione, in programma il 14 ottobre nel padiglione 4 di Fiere di Parma. L’obiettivo è quello di presentare lo stato dell’arte del comparto, con uno sguardo proiettato nel futuro.

I più importanti fornitori di soluzioni meccatroniche che operano sul mercato italiano approfondiranno, anche attraverso esperienze concrete di integrazione meccatronica, differenti aspetti quali motion control, robotica, software industriale, impiantistica, con una particolare attenzione alla progettazione condivisa ed efficiente e alle tecnologie per la produzione smart.

Balluff Automation "Smart Automation and Monitoring per la fabbrica del futuro"

La comunicazione intelligente è la base della fabbrica del futuro. Raccogliere i dati, aggregarli, renderli disponibili, semplificarne la trasmissione e l’elaborazione sono i passi fondamentali per monitorare le prestazioni degli impianti. Il Balluff Smart Automation and Monitoring System si inserisce in questo contesto con lo scopo di ridurre i fermi macchina e migliorare l’efficacia generale d’impianto (Overall Equipment Effectiveness).

I prodotti SAMS contemplano funzioni smart configurabili e di condition monitoring avanzato, che aiutano ad eliminare guasti imprevisti, migliorare la flessibilità della macchina e garantire la qualità del prodotto finale. Variabili quali, inclinazione, vibrazioni, temperatura, umidità, vita del dispositivo, conteggio, aggregazione e frequenza degli eventi sono messi a disposizione dai nostri sensori induttivi, fotocellule, RFID, indicatori di cambio formato e altri. Tutte le informazioni digitalizzate sono generate e trasmesse tramite l’interfaccia standard IO-Link indipendente dal bus di campo, per avere più trasparenza sul processo ed aiutare ad abbattere le principali cause di perdita che influenzano l’OEE.

Beckhoff "Dimensionare facilmente un sistema multiasse con il TwinCAT 3 Motion Designer"

Il dimensionamento degli assi è la base per una progettazione efficiente della macchina. TwinCAT 3 Motion Designer supporta il progettista nel dimensionamento delle meccaniche tipiche con l'aiuto di casi di carico predefiniti. I profili di movimento dell'applicazione, ovvero il ciclo della macchina, possono essere configurati in modo intuitivo e con pochi clic del mouse.

La selezione del riduttore, del motore e del servo-azionamento avviene molto comodamente per mezzo di un algoritmo di ottimizzazione, che suggerisce la combinazione ottimale tenendo conto dei filtri regolabili secondo gli aspetti meccanici ed economici. Il passo successivo consiste nel selezionare anche gli accessori adatti.

TwinCAT 3 Motion Designer considera la macchina nel suo insieme con tutti gli assi: tutti i cicli di carico sono presi in considerazione nella loro dipendenza temporale e nella loro influenza sul DC bus comune, il che ottimizza, per esempio, la scelta dell'alimentatore. È quindi ideale per la progettazione di applicazioni multiasse, in cui può essere utilizzato, ad esempio, il servosistema multiasse AX8000.  

Bongitlioli “L’evoluzione dei sistemi meccatronici alla base dell’industria del futuro”

Bonfiglioli ha sviluppato di recente la piattaforma modulare BlueRoll per i sistemi avanzati AGV in grado di rispondere ai più elevati canoni di prestazione e integrazione.

L’approccio integrato alla soluzione meccatronica completa proposto da Bonfiglioli permette di migliorare aspetti di compattezza, efficienza e affidabilità fondamentali per l’utilizzatore. Per rispondere alle esigenze di evoluzione dell’industria del futuro, abbiamo pensato di permettere l’integrazione di sensori in grado di monitorare in tempo reale i parametri fondamentali dei componenti meccatronici, consentendo l’identificazione delle condizioni borderline e la manutenzione predittiva. 

Fandis "Sensis: il Thermal Management 4.0 in un solo dispositivo"

Sensis è la risposta di Fandis alle esigenze di controllo climatico, manutenzione predittiva e interconnettività. E’ un dispositivo IIoT di Thermal Management che rileva la temperatura fino a tre zone critiche e monitora l’efficienza dei sistemi di ventilazione e raffreddamento per una più efficiente gestione termica del quadro elettrico. I dati climatici del quadro sono fruibili in qualsiasi momento da HMI, IPC, o direttamente dalla rete da qualunque parte del mondo. Il progettista di macchine dispone così di uno strumento in grado di interagire sia a bordo macchina che da remoto, in fase di installazione e messa a punto oppure durante il ciclo di vita. Al tempo stesso, il manutentore dispone di segnalazioni di “warning” utili alla predittività degli eventi minimizzando il rischio di fermi macchina.

Compattezza, semplicità di installazione e indipendenza dal PLC di governo del processo della macchina favoriscono l’integrabilità di Sensis sia su nuovi progetti sia nel revamping di macchine esistenti.

HEIDENHAIN "Accuratezza più elevata per maggiore produttività: MULTI-DOF TECHNOLOGY"

Misurare più di un unico grado di libertà: questo consentono alcuni tra i più innovativi sistemi di misura HEIDENHAIN.

LIP 6000 Dplus presenta un supporto con due graduazioni separate posizionate in diagonale a +45° e -45°. Una testina di lettura speciale con un settore di scansione per ogni graduazione misura direttamente e con precisione la direzione primaria X e la secondaria Y su tutta la lunghezza di misura. Grazie all'interfaccia EnDat 3, i due valori di posizione vengono inviati al controllo tramite un unico cavo. Ciò riduce significativamente la complessità del cablaggio, semplifica l'installazione e ottimizza le prestazioni dinamiche del sistema di motion.

Il nuovo GAP 1081 è il primo encoder gap di HEIDENHAIN. Misura lo spazio verticale tra uno specchio speciale e la testina di scansione. Di conseguenza, GAP 1081 può essere utilizzato per semplici compiti di posizionamento verticale. Oppure può essere installato parallelamente a un encoder lineare, come LIP 6000 Dplus, per la misurazione verticale continua lungo un asse lineare. Gli specchi per GAP 1081 sono disponibili con lunghezze fino a 3 m. Quando due testine di scansione sono impiegate su uno specchio, è possibile misurare sia il beccheggio che l'imbardata dell'asse. 

KEB "NOA: Il network di automazione che fa lavorare i dati"

KEB NOA, Network of Automation, è un ecosistema digitale scalabile per l’Industrial IoT che collega macchine, persone e processi direttamente su un’unica piattaforma in maniera innovativa. NOA migliora i processi di produzione e di servizio, crea completa trasparenza sui dati di macchina e di processo già esistenti e apre la strada verso il futuro della digitalizzazione dei processi industriali.

Con KEB NOA è possibile inviare i dati a un cloud attraverso una architettura di industrial IoT, dove vengono raccolti, analizzati e combinati con la conoscenza esistente. Algoritmi intelligenti, machine learning e AI abilitano scenari di condition monitoring avanzati e di manutenzione predittiva. Sofisticate funzioni di analisi dei Big Data rilevano anomalie o inefficienze e consentono di mettere in campo le contromisure operative necessarie, sulla base delle conoscenze acquisite, con il conseguente beneficio per i processi legati alla produzione, al servizio e al controllo qualità. Grazie alla capacità di orchestrare l’ecosistema digitale, KEB NOA facilita la collaborazione con i partner lungo tutta la catena del valore, aiuta a fidelizzare i clienti, definisce nuovi mercati e nuovi modelli di business, ponendo le persone al centro della trasformazione digitale.

Lapp "Switch NF04T NAT/Firewall"

Nel corso di Forum Meccatronica, LAPP presenterà gli switch NF04T NAT/Firewall, della famiglia ETHERLINE® ACCESS, che combinano la doppia funzionalità di Routing (Layer3) e Switching (Layer2).

Il firewall integrato rende sicure le comunicazioni tra diverse reti IP aziendali. Oltre alla funzione nativa di Switch, infatti, il Network Address Translation (NAT) consente a questi dispositivi di effettuare la mappatura statica 1:1 di un indirizzo IP interno della LAN ad un indirizzo IP esterno della WAN. Diversi i benefici garantiti: da un lato, gli OEM possono produrre macchine aventi lo stesso indirizzo IP, senza dover configurare ad hoc la rete del cliente finale e, dall’altro, NAT 1:1 assicura un’ottimizzazione dei tempi e dei costi d’installazione, senza dover adattare gli indirizzi IP già utilizzati. In altre parole, la comunicazione può avvenire sia da rete LAN che rete WAN rendendo non necessari protocolli dedicati.

Mitsubishi "Digitalizzazione e Integrazione tra robotica e CNC"

La visione del mondo industriale è orientata alla “Society 5.0”, una realtà smart e sostenibile, che prevede fabbriche digitali e interconnesse, grazie all’adozione di nuovi modelli e tecnologie distruttive. Sono molti i trend che abilitano il nuovo paradigma: Intelligenza Artificiale, Digital Twin, Cloud ed Edge Computing ma applicarli in modo corretto risulta spesso complesso e il ritorno dell’investimento lontano. Per superare tali ostacoli è nato un nuovo approccio, graduale e mirato alla digitalizzazione, che in casa Mitsubishi Electric prende il nome di “SMKL”. Il metodo si basa sulla filosofia giapponese “Kaizen”, che promuove il miglioramento continuo dei processi e l’integrazione di nuove tecnologie, identificando obiettivi chiari per definire KPI e ROI misurabili.

In tale contesto, l’integrazione tra i prodotti della dimensione shopfloor rappresenta un vantaggio competitivo, che si concretizza nella funzione Direct Robot Control, grazie alla quale è possibile per Robot e CNC risolversi in un’unica soluzione, garantendo la gestione centralizzata del sistema e la programmazione in un unico linguaggio “G-Code”.

Omron "Controllore Integrato al mondo per il controllo di sistemi di produzione robotizzati completamente automatizzati"

Una nuova soluzione che innova la produzione in ambienti virtuali e remoti. Il Controllore Robotico Integrato opera in perfetta armonia con l'automazione classica ed automatizza i processi di inserimento e assemblaggio che richiedono procedure delicate e abilità specifiche. I robot e le apparecchiature sono controllati e completamente sincronizzati in tempo reale da un unico controllore, il che migliora le prestazioni del dispositivo e offre un alto livello di produttività.

OMRON ha anche unificato i linguaggi di programmazione per il controllo di robot e macchine, semplificando la simulazione della linea di produzione con un unico software di programmazione. Il sistema visualizza il processo, riducendo fino al 50% le ore di lavoro necessarie per la progettazione dei processi e commissioning. In qualità di produttore di sensori di movimento, robotica e apparecchiature di sicurezza per linee di produzione automatizzate, OMRON ha ora risolto questi problemi integrando senza soluzione di continuità tutti i dispositivi all’interno della piattaforma Sysmac. 

Panasonic "La lavorazione di superficie, il taglio lineare sono due esempi di settori dove la qualità del risultato finale non può prescindere dalla produttività"

I nuovi azionamenti MINAS A6 con alimentazione a 400V trifase e motorizzazioni “robuste” grazie  all’algoritmo a due gradi di libertà e alla Quadrant projection suppression function garantiscono risultati eccellenti anche in condizioni critiche. Tali funzioni permettono, infatti, di minimizzare l’errore d’inseguimento senza introdurre rigidità nella catena meccatronica: in questo modo si eliminano le vibrazioni che possono influenzare negativamente il risultato finale.

La connettività EtherCAT e la banda passante a 3,2kHz permettono poi prontezza del sistema e gestione semplificata di numerosi assi.

I nuovi motori, dotati di connettori a 90°,  ottimizzano lo spazio in macchina e, grazie ad una maggiore velocità massima (fino a 5500 rpm i motori a bassa inerzia), garantiscono maggiore coppia residua ad alte velocità. La precisione è assicurata dal feedback con encoder a 23 bit disponibile anche in modalità assoluta.

Rittal ed Eplan "Pogettare in modo innovativo la Smart Factory" 

Un processo di automazione sempre più digitalizzato determina la competitività di ogni impianto produttivo moderno. Considerando che all’interno di un quadro elettrico sono concentrate tutte le apparecchiature e le logiche in grado di garantire la conformità del prodotto per qualità ed efficienza, è fondamentale che le imprese mettano in campo progetti di miglioramento per raggiungere risultati consistenti in un mercato altamente competitivo.

Rittal ed Eplan offrono soluzioni per l’engineering, quadri di comando e centri di lavoro per l'automazione avanzata, che ottimizzano l’integrazione delle diverse fasi produttive. In occasione di Forum Meccatronica Rittal ed Eplan spiegheranno come, per gestire in modo sistematico la grande mole di dati generati nel processo produttivo, le fabbriche moderne dovrebbero investire in piattaforme software e macchine a controllo numerico altamente sofisticate, in grado di garantire risparmio di tempo e incremento della qualità assicurando la giusta competitività.

Verrà anche presentato il caso applicativo di Linea 90, una realizzazione concreta di fabbrica intelligente completamente integrata e digitalizzata nella quale software, macchine e forza lavoro, operano nel sito produttivo Rittal a Valeggio sul Mincio.

Rockwell Automation presenta “AGILE”, la macchina automatica che rappresenta la summa del concetto di meccatronica

Nell’ambito della sessione Progettazione dei prodotti e dei processi, nello slot mattutino dalle ore 10.30-12.45 Massimiliano Spano Domain Expert Mechatronics&Drives illustrerà le caratteristiche di “AGILE”. Si tratta di una rivoluzionaria macchina automatica che concentra contenuti che rispondono perfettamente alle esigenze di ogni azienda che opera nel manifatturiero in termini di maggior flessibilità operativa, significativa riduzione degli ingombri, estrema attenzione agli aspetti della sicurezza, così come di un’importante diminuzione dei tempi di cambio formato. Ma non solo, l’acronimo “AGILE” riassume la sinergia di progettazione meccanica, elettrica ed informatica che avanzano di pari passo, esempio concreto di come tale approccio permetta di superare punti deboli potenzialmente limitanti dal punto di vista prestazionale e sovraccosti derivanti dalla scelta di componenti sbagliati o sovradimensionati.

Rockwell Automation ""AGILE", la macchina automatica che rappresenta la summa del concetto di meccatronica"

Nell’ambito della sessione Progettazione dei prodotti e dei processi, nello slot mattutino, Massimiliano Spano Domain Expert Mechatronics&Drives illustrerà le caratteristiche di “AGILE”. Si tratta di una rivoluzionaria macchina automatica che concentra contenuti che rispondono perfettamente alle esigenze di ogni azienda che opera nel manifatturiero in termini di maggior flessibilità operativa, significativa riduzione degli ingombri, estrema attenzione agli aspetti della sicurezza, così come di un’importante diminuzione dei tempi di cambio formato. Ma non solo, l’acronimo “AGILE” riassume la sinergia di progettazione meccanica, elettrica ed informatica che avanzano di pari passo, esempio concreto di come tale approccio permetta di superare punti deboli potenzialmente limitanti dal punto di vista prestazionale e sovraccosti derivanti dalla scelta di componenti sbagliati o sovradimensionati.

SEW-EURODRIVE Italia "Nuove soluzioni integrate per l’automazione"

Forum Meccatronica sarà un’occasione importante per mostrare nuove soluzioni innovative e affidabili per qualsiasi esigenza di movimentazione e controllo per i principali settori industriali.

Tante le novità in mostra, a partire dalla piattaforma modulare, digitalizzata e connessa MOVI-C®, in grado di adattarsi alle esigenze produttive e di fornire dati in tempo reale per ottimizzare il consumo energetico attraverso MOVI-C® Power and Energy Solutions. SEW-EURODRIVE inoltre ha modernizzato la famiglia di soluzioni modulari MOVI-C® sviluppando  DriveRadar®, una soluzione in grado di monitorare lo stato dei componenti di macchinari e impianti, consentendo di realizzare una vera manutenzione predittiva.

L’azienda infine declina la sua offerta presentando anche i MAS (Mobile Assistant System): veri e propri assistenti e partner, customizzabili per diversi settori industriali.

SICK "Intelligenza artificiale e Deep Learning per l'industria del futuro"

L’industria del futuro diventerà sempre più smart anche grazie a nuove tecnologie che, sfruttando l’intelligenza artificiale, permettono alle macchine di prendere decisioni autonome basandosi su una opportuna analisi delle informazioni a disposizione. In particolare, durante il Forum Meccatronica verranno approfondite soluzioni che sfruttano l’intelligenza artificiale in applicazioni di visione, imparando a rilevare difetti ed imperfezioni anche per prodotti variabili o con geometrie complesse.

Tali applicazioni sono difficilmente risolvibili con un approccio classico, che impiega algoritmi basati su regole predefinite, ma possono essere risolte facilmente grazie all’impiego di algoritmi di Deep Learning. Le reti neurali, istruite in modo semplice grazie al servizio digitale dStudio, ospitato nello spazio Cloud SICK Integration Space, possono essere impiegate direttamente a bordo delle camere 2D InspectorP6xx di SICK grazie alla SensorApp Intelligent Inspection, che permette di unire la potenza del Deep Learning con la semplicità di utilizzo di un sensore di visione configurabile.

Stormshield "Firewall industriali e soluzioni per la tutela delle control room"

Negli scorsi due anni adeguare gli impianti e le infrastrutture industriali all’improvvisa esigenza di remotizzare fruizione e controllo di sistemi ICS e risorse IT ne ha esteso notevolmente la superficie di attacco evidenziando lacune sistemiche nella gestione di situazioni impreviste. In un momento in cui il cybercrime sta ancora relativamente ignorando il mondo ICS, ancora soggetto, per lo più, alle conseguenze di attacchi primariamente destinati all’IT, abbiamo la straordinaria opportunità di osservare l’impatto negativo di un approccio reattivo alle minacce e di adottare strategie e misure di sicurezza adeguate.

In questo contesto, Stormshield presenta a Forum Meccatronica i suoi Firewall industriali e le proprie soluzioni per la tutela delle control room, che agiscono in tempo zero nella timeline di un attacco e favoriscono quel cambio di paradigma che porterà la difesa contro le minacce cyber dirette all’Industria 4.0 a un livello superiore.

forumeccatronica.it

Articoli correlati

1 LUG

Idee e strumenti per l'impresa manifatturiera

Il 10 luglio presso il Grand Hotel Mediterraneo (Lungarno del Tempio 44, Firenze), la tappa toscana di Fabbrica Futuro. Le aziende manifatturiere sono la spina dorsale dell’economia italiana...

10 LUG

Software Industriale 4.0 Il motore della crescita

Appuntamento a Napoli per la tavola rotonda di avvicinamento alla prossima edizione di Forum Software Industriale. Si svolgerà martedì 8 ottobre presso l’Apple Developer Academy...

14 OTT

Forum Meccatronica, l’innovazione tecnologica motore della crescita in Italia

Le più importanti aziende fornitrici di prodotti e soluzioni per l’automazione industriale si alterneranno in una serie di interventi sui temi efficienza e prestazioni, comunicazione e...