Dal sensore all'ERP

Nell'area Know how 4.0, che anche quest'anno sarà una delle attrazioni di SPS Italia, ifm presenterà l'evoluzione del concetto "Dal sensore all'ERP" introdotto lo scorso anno. All'interno dell'area collocata nel padiglione 4 verranno esposte tre demo funzionanti con monitor dedicato per spiegare in concreto il percorso dei dati/informazioni dal sensore fino all'ERP, nella fattispecie SAP.

Ifm riesce a realizzare questo percorso completo verso Industria 4.0 grazie all'implementazione di soluzioni hardware e software proprie e alla cooperazione con partner che garantiscono l'integrazione di specifiche soluzioni capaci di far parlare il campo (OT) con il sistema gestionale aziendale (IT), per guidare e automatizzare processi a oggi ancora manuali.

Le soluzioni ifm in campo sono LineRecorder Agent CP, un connettore software per collegare il campo all'ERP, e LR SmartObserver, un software per memorizzazione dati, manutenzione predittiva e monitoraggio energetico.

Condition Monitoring

Nella fattispecie le tre demo illustreranno tre distinte funzioni. La prima è il Condition Monitoring: la stazione sarà collegata a una postazione fisicamente collocata nello stand principale di ifm nel padiglione 5 dove sono presenti 4 soluzioni ifm "smart" dedicate al monitoraggio di pompa, compressore, ventilatore industriale e al monitoraggio di liquidi di refrigerazione.

Manutenzione in tempo reale

La seconda demo è dedicata al concetto di Realtime Maintenance (RTM, manutenzione in tempo reale di organi in movimento).

I valori raccolti dai sensori di processo e dai controlli macchina integrati in tutti i processi critici della sequenza produttiva forniscono le basi per la manutenzione in tempo reale e il condition monitoring.

Il software LR SmartObserver elabora i dati di misurazione e genera informazioni che possono essere visualizzate in diversi cockpit. La gestione integrata degli allarmi semplifica l’organizzazione della manutenzione, ripristina e fornisce preventivamente informazioni quali, ad esempio, la sostituzione di componenti difettosi (manutenzione predittiva).

Shop Floor Integration

La terza illustrerà invece il concetto di Shop Floor Integration (SFI). Qui l'azienda GIB, che è partner di ifm e SilverPartner certificato di SAP, presenta un'integrazione dello standard SAP che consente, mediante regole personalizzabili, l'elaborazione e l'inoltro di eventi macchina e informazioni rilevanti per il processo dalla sorgente a un sistema SAP collegato.

Con uno sforzo minimo di integrazione è possibile avviare e controllare automaticamente le attività di follow-up per creare un processo di supply chain reattivo e automatizzato, consentendo l'analisi dei dati di produzione in tempo reale in SAP, la possibilità di abilitare modelli preconfigurati in SAP per attività successive dettate dai sensori, una manutenzione predittiva, la riduzione dello stock di parti di ricambio, il coordinamento delle attività di manutenzione e di produzione, il tutto tramite un'implementazione semplice e veloce.

L'allestimento verrà completato con un ulteriore monitor con video esplicativi del processo prodotti da ifm e GIB. Un video (GIB Shop Floor Integration) che spiega lo SFI è già disponibile sul sito di GIB e verrà proiettato su uno dei monitor. ­­­

www.ifm.com

Articoli correlati

14 OTT

WELCOME TO AUTOMATION, ricicla il passato per creare il futuro

Il 13 ottobre si è tenuta la premiazione della seconda edizione del concorso dedicato agli studenti delle scuole superiori a indirizzo tecnico "Welcome to Automation". Gli studenti...

23 MAG

Arte e automazione si incontrano a SPS Italia

In fiera la mostra “I colori del lavoro, oggi” di Paolo Dalprato. Si chiama Paolo Dalprato, è un fotografo professionista che si occupa di fotografia industriale, ritratti,...

17 OTT

EPLAN Innovation Tour

Nuove tecnologie maggiore efficienza. Viviamo in un mondo in continua evoluzione, dove i tempi di progettazione e costruzione di macchine e impianti sono sempre più stretti e i margini operativi...