SPS Italia 2019, la sinfonia delle tecnologie più innovative

Grande successo per la nona edizione della fiera dell'automazione, per l'industria intelligente, digitale e flessibile. Dopo l'incremento in termini di espositori e di superficie arriva una crescita a doppia cifra in termini di visite a Parma. 

41.528 visitatori (+18%)

854 espositori (+6%) 

Automazione, digitale, robotica, meccatronica e formazione sono stati gli ingredienti di successo dei sei padiglioni espositivi a SPS Italia 2019 animati dagli oltre 850 espositori. L’area che si è snodata tra i padiglioni 4, 4.1 e 7, District 4.0, ha raccontato con demo funzionanti il tema dell’integrazione e cooperazione tra tecnologie e competenze. I visitatori sono stati sorpresi da robot collaborativi e cooperativi, da macchine connesse e dalle potenzialità delle tecnologie digitali per il miglioramento delle prestazioni e dell’efficienza. 

Un percorso fortemente apprezzato per la capacità di raccontare temi difficili in un modo semplice e non banale, con le voci dei più importanti fornitori ed esperti di tecnologie, ma anche attraverso un dibattito sulle competenze e sul loro ruolo nella fabbrica di domani, supportato dalle principali academy e istituti di formazione. 

"Anche questa edizione di SPS Italia si è chiusa con una crescita importante di visitatori” dichiara Fabrizio Scovenna, Presidente ANIE Automazione “Veniamo da anni di sviluppo positivo dei nostri mercati e viaggiamo sull'onda della 'digital transformation' quindi gli investimenti e l'innovazione sono il volano principale del successo di SPS Italia a cui vanno aggiunte la professionalità degli organizzatori e la capacità di tutti coloro che contribuiscono, espositori, associazioni, università, di generare contenuti di grande interesse. Come ANIE Automazione siamo molto soddisfatti di questa edizione a cui daremo naturale continuità nei prossimi Forum: Sistemi di visione, Telecontrollo, Meccatronica e Software Industriale".

Donald WichAmministratore Delegato di Messe Frankfurt Italia afferma: “Siamo entusiasti degli eccellenti risultati ottenuti grazie ai visitatori che hanno affollato gli stand già dal primo giorno di fiera in un contesto rivolto al futuro e all’innovazione. Un’affluenza che premia i nostri espositori che con anteprime mondiali, nuove soluzioni e demo interattive hanno contribuito a una nona edizione coinvolgente e ‘in crescendo’.” 

Arrivederci alla prossima edizione, a Parma dal 28 al 30 settembre 2020.

www.spsitalia.it

Articoli correlati

15 MAR

B&R partner tecnologico per l’ottimizzazione della produzione con il DCS APROL

Le aziende italiane, mediamente di piccole o medie dimensioni, si trovano a confrontarsi con un mercato globale dove i margini si riducono, costringendo ad adottare tecnologie per ottimizzare la produzione...

28 AGO

Il punto sul Piano Industria 4.0

Il 19 settembre la cabina di regia su Industria 4.0 farà il punto sugli incentivi fiscali. Si deciderà in che misura rinnovarli o ampliarli. Alcune idee concrete sono già in esame....

12 GEN

L’automazione e il digitale nelle filiere e nei territori

Un calendario fittissimo ci accompagna fino a maggio, un ciclo di incontri sul territorio in forma di tavole rotonde, realizzate da SPS IPC Drives Italia con il contributo di Porsche Consulting,...