Il nuovo Data Center Campus di Aruba a Ponte S. Pietro

Abbiamo visitato il nuovo Data Center di Aruba a Ponte S. Pietro (Bergamo), inaugurato lo scorso 5 ottobre 2017.

Il Global Cloud Data Center IT3 è un “Data Center Campus” di 200.000mq a circa 30km da Milano, che si aggiunge ai due siti di Arezzo e a quello a Ktis in Repubblica Ceca già di proprietà Aruba, società italiana attiva nel mercato dei Data Center dal 1994, con un'offerta di servizi che include anche web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini.

Costruito con un approccio modulare in grado di crescere e scalare le risorse all’aumentare della domanda, il Campus vede già attivo un primo Data Center, denominato DC-A IT3.

Sostenibilità energetica e ambientale

Particolare attenzione è stata data alla sostenibilità, sia ambientale che energetica, di tutto il sito, progettando e costruendo il Campus per soddisfare i massimi livelli di resilienza previsti dal livello Rating 4 (former Tier4) di ANSI/TIA 942-A.

Il Global Cloud Data Center utilizza un impianto di raffreddamento geotermico ad alta efficienza ed è alimentato da energia proveniente da fonti rinnovabili – di origine certificata – a cui si aggiungono una centrale elettrica ed impianti fotovoltaici di proprietà, situati all’interno del Campus stesso.

Particolarmente sviluppata, infine, tutta la tecnologica di telecontrollo degli impianti (sensoristica, cabinet, PLC ecc.), dove abbiamo ritrovato molti nomi dei nostri espositori.

Una storia di riconversione industriale

Il nuovo Data Center di Aruba sorge su una vasta area industriale storicamente appartenuta all’azienda tessile Legler, una realtà importante per il territorio bergamasco che da molti anni aveva dismesso la produzione.

Nella costruzione del Campus, gli architetti di Aruba hanno riutilizzato quanto più possibile dell’infrastruttura antecedente, a cominciare dalla centrale idroelettrica, fortunatamente rimasta in funzione anche negli anni cui l’area è rimasta dismessa.

Investimenti in infrastrutture e personale

Allo stato attuale il Campus impiega circa 100 persone, ma Aruba punta ad insediarne fino a 1.000 in 10 anni, scommettendo sulla crescita del business (v. intervista all’AD del Gruppo, S. Cecconi, al Corriere della Sera, 6 ottobre 2017). Fondamentale a tal fine lo sviluppo di reti con gli stakeholder locali, a cominciare dall’Università di Bergamo e gli enti locali.

Il video del Data Center

www.datacenter.it

Tag tematici

Condividi



Fotogallery

Articoli correlati

18 LUG

2017 positivo per il comparto dei beni strumentali

Nel 2017 il fatturato dell’industria italiana costruttrice di beni strumentali si è attestato a 46,6 mld di euro, un incremento del 9,7% rispetto all’anno precedente. Nel confronto...

26 OTT

Occasioni di incontro e formazione per il mercato

Donald Wich, Amministratore Delegato Messe Frankfurt Italia La fiera SPS IPC Drives Italia è la manifestazione che ci caratterizza da qualche anno e che ci sta offrendo la possibilità...

23 OTT

Persone e lavoro al centro dell'innovazione

Donald Wich, Amministratore Delgato Messe Frankfurt Italia L’avvento delle tecnologie disruptive della quarta rivoluzione industriale e del loro impatto sul mondo del lavoro è un tema...